Biografia

Benvenuti nella mia web page, mi chiamo Giampiero Gallo, sono un medico chirurgo ed ho scelto per passione di seguire e prendermi cura dei pazienti affetti da dolore. Avete letto bene, i pazienti che si rivolgono ad uno specialista in Medicina del dolore ( non terapia del dolore n.d.r) sono affetti da dolore in quanto patologia, sono persone che soffrono a causa di un sintomo che si rende autonomo dalle cause che lo hanno generato e diviene esso stesso causa di ulteriori patologie ( sdr depressiva, cardiopatia ipertensiva, sdr metabolica solo per citarne alcune) che peggiorano notevolmente la qualità di vita.

Si è da poco conclusa la mia collaborazione clinica con gli ospedali dell'Angelo a Mestre e con il San Giovanni e Paolo a Venezia: 4 anni di intensa esperienza e crescita personale e professionale, attualmente sto investendo molte delle mie risorse nell'avvio due importanti progetti mirati allo sviluppo di nuove tecnologie per il monitoraggio e la terapia del dolore in relazione a quella che la stessa Organizzazione Mondiale della Sanità ha coniato come mobile Health (mHealth). 

Sto inoltre seguendo un' altra interessante materia inerente l'applicazione della metabolomica come integrazione alimentare nella cura delle patologie dolorose a prevalente etiopatogenesi infiammatoria.

La mia attività medica clinica si esplica attualmente presso lo Studio Bordin a Mestre ed il Centro Bios a Zanè in provincia di Vicenza, in tali ambiti l’approccio di diagnosi e cura rispecchia maggiormente la mia visione olistica inerente al dolore.

Nel corso degli ultimi anni ho avuto l’onore ed il privilegio di poter lavorare e collaborare con straordinari professionisti che, come me, hanno scelto di occuparsi anima e corpo della cura dei pazienti affetti da dolore persistente e/o cronico, un compito che raramente lascia spazio ad altre attività. Insieme proseguiamo nel percorso di ricerca e formazione scientifica legata ai molteplici aspetti di cura del dolore, in particolare , allo studio dell'ecografia come ausilio diagnostico terapeutico nelle patologie dolorose. 

Prendersi cura di chi soffre esige infatti caratteristiche ben precise quali integrità e responsabilità in relazione alla condivisione di un percorso “di vita” piuttosto che di un piano terapeutico.

Considerata la complessità fisiopatologica, clinica e di gestione di tale patologia ho sviluppato nel corso degli anni una visione “olistica “ in modo da potermi avvalere di strumenti diagnostico terapeutici aggiuntivi e poter offrire una risposta anche alle persone che desiderano limitare e/o sosituire i farmaci convenzionali con terapia a basso dosaggio.